“Tratterete lo straniero che abita fra voi come chi è nato fra voi; tu lo amerai come te stesso; poiché anche voi foste stranieri nel paese d’Egitto”

Levitico 19: 34

lunedì 30 maggio 2016

Di nuovo?!!

Eh sì, sono nuovamente candidato! Al Consiglio Comunale di Trieste, come cinque anni fa, ma questa volta con “Sì - Sinistra per Trieste”, lista formata da una parte consistente dei compagni di SEL che non hanno voluto proseguire in un fallimentare percorso unitario di centro“sinistra” insieme chi - a causa delle sue scelte politiche nazionali e locali - si è allontanato dagli obiettivi condivisi fino a pochi anni fa; non solo: la nostra lista è formata e appoggiata anche da tanti cittadini e tante cittadine che hanno deciso di dedicare il loro tempo al bene comune in maniera del tutto spontanea, proprio come feci io nel 2011. Una lista bella, variegata e “colorata”, appoggiata dal gruppo dell’ottimo deputato Aris Prodani. Lista che candida a Sindaco Marino Sossi, la persona più seria, concreta e umana che ho conosciuto nel mio breve percorso politico.

lunedì 23 maggio 2016

Piccoli e ultimi

Dal 20 a 22 maggio sono stato a Scicli (RG) per partecipare a una riunione del Consiglio della FCEI (Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia) e per visitare la Casa delle Culture, opera creata nell’ambito del Progetto Mediterranean Hope della FCEI. Non nascondo che il conoscere i giovani ospiti della struttura (migranti e richiedenti asilo minori non accompagnati) e gli operatori e le operatrici che se ne occupano quotidianamente per assicurare loro un futuro sia stata un’esperienza ricca di emozioni e che mi ha fatto riflettere molto circa quanto siamo chiamati a fare verso il nostro prossimo, verso gli ultimi, verso i dimenticati. Condivido qui di seguito la breve riflessione che ho portato in apertura della riunione. Buona lettura!

sabato 30 aprile 2016

Ancora da un treno; ancora pensando a un Congresso FGEI

È passato molto tempo dall’ultima volta che ho pubblicato su questo blog. Un tempo di “pausa” dettato non dalla scarsa voglia di scrivere quanto piuttosto dalla mancanza di un tempo adeguato per mettere per iscritto pensieri, idee ed emozioni. Il XX Congresso della FGEI (la Federazione Giovanile Evangelica in Italia), conclusosi da poco meno di una settimana, merita tuttavia ampiamente un mio ritorno su queste pagine, in quanto evento di-rompente nella mia vita, che segna la fine di un percorso straordinario iniziato 5 anni fa!

martedì 28 luglio 2015

Movida triestina

Torna l’estate e con l’avvicinarsi di Agosto "Il Piccolo", quotidiano di Trieste, è in crisi di notizie: negli ultimi giorni niente risse, nessuna banda di writers minorenni né gruppi anti-writers alla riconquista della città; anche le deiezioni canine sembrano in diminuzione! (Stitichezza estiva?) E allora di cosa parlare? Cosa scrivere per accendere animate conversazioni nei bar e nelle osterie? Beh, c’è sempre la famosa Movida Triestina© che miete vittime tra la incolpevole popolazione locale! Ho deciso quindi di dare il mio contributo, condividendo una breve testimonianza personale che avevo scritto su Facebook un anno fa per denunciare il pesante stato di degrado nel quale siamo costretti a vivere qui, nel dimenticato nord-est d’Italia. Buona lettura!

lunedì 29 giugno 2015

E vide che ciò era buono

Condivido qui di seguito la breve meditazione con la quale ho introdotto la riunione del Consiglio della FGEI tenuta durante lo scorso weekend a Torino, approfittando di questo post anche per ringraziare il gruppo giovani che ci ha accolto e ci ha regalato una bellissima serata (e che mi ha "tolto" 4 anni e mezzo)! Buona lettura.

Dio disse: «Sia luce!» E luce fu. Dio vide che la luce era buona; e Dio separò la luce dalle tenebre. Dio chiamò la luce «giorno» e le tenebre «notte». Fu sera, poi fu mattina: primo giorno.” (Genesi 1: 3-5).

Dio disse: «Ecco, io vi do ogni erba che fa seme sulla superficie di tutta la terra, e ogni albero fruttifero che fa seme; questo vi servirà di nutrimento. A ogni animale della terra, a ogni uccello del cielo e a tutto ciò che si muove sulla terra e ha in sé un soffio di vita, io do ogni erba verde per nutrimento». E così fu. Dio vide tutto quello che aveva fatto, ed ecco, era molto buono. Fu sera, poi fu mattina: sesto giorno.” (Genesi 1: 29-31).

sabato 16 maggio 2015

Siamo sale insipido?

Il 14 marzo scorso a Firenze si è tenuto l'annuale Convegno della Diaconia organizzato dalla Commissione Sinodale per la Diaconia (CSD) della Chiesa Valdese, in collaborazione con la FGEI. In quell'occasione mi è stato chiesto di tenere la meditazione introduttiva che pubblico sul blog solo ora: trattando un tema che sarebbe poi stato ripreso al Campo Studi non volevo influenzare i lavori dei gruppi - che, tra l'altro, sono stati magnifici! Buona lettura!

Voi siete il sale della terra; ma, se il sale diventa insipido, con che lo si salerà? Non è più buono a nulla se non a essere gettato via e calpestato dagli uomini. Voi siete la luce del mondo. Una città posta sopra un monte non può rimanere nascosta, e non si accende una lampada per metterla sotto un recipiente; anzi la si mette sul candeliere ed essa fa luce a tutti quelli che sono in casa. Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, affinché vedano le vostre buone opere e glorifichino il Padre vostro che è nei cieli.” (Matteo 5: 13-16)

“Voi siete il sale della terra”. “Voi siete la luce del mondo”.

Care sorelle e cari fratelli, care amiche e cari amici,

devo ammettervi che non è stato semplice trovare un testo biblico per questa meditazione, vuoi per l’emozione data dalla certezza che avrei trovato, in tale contesto, un pubblico molto attento e preparato, vuoi perché desideravo mantenermi il più possibile attinente al tema del Convegno di oggi. A tal proposito ho rielaborato mentalmente molti argomenti biblici di interesse e ho letto e riletto l’ultimo numero di Gioventù Evangelica con particolare interesse all’ampio e dettagliato articolo del Prof. Garrone sul lavoro nell’Antico Testamento. Tuttavia, il sapere che il professore sarebbe stato qui mi ha fatto desistere dall’impari confronto, pensando che avrei dovuto concentrarmi su qualcos’altro! Poi ad un certo punto, la FGEI - La Federazione Giovanile Evangelica in Italia - è arrivata in mio soccorso, e in una email da parte degli organizzatori e delle organizzatrici del prossimo Campo Studi, erano riportate queste parole: “Voi siete il sale della terra; ma, se il sale diventa insipido, con che lo si salerà?” E quasi come una “chiamata” ho capito che avrei dovuto parlarvi di ciò che questi versetti mi hanno detto in maniera così improvvisa ma anche così chiara.

giovedì 7 maggio 2015

Intervista all'agenzia NEV

L'agenzia stampa della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (NEV) mi ha intervistato in questi giorni a proposito del Campo Studi FGEI appena terminato. Riporto qui di seguito l'intervista che può essere letta nella versione originale QUI. Buona lettura!

Stefano Bertuzzi, segretario FGEI. Evangelizzare perché
a cura di Claudio Paravati

Roma (NEV), 6 maggio 2015 - E' in corso la “Settimana di evangelizzazione” delle chiese metodiste e valdesi. Quest'anno l'appuntamento, alla sua seconda edizione, si svolge dal 4 all'11 maggio e vede la partecipazione di numerose comunità su tutto il territorio nazionale. Il versetto biblico scelto per il 2015 è tratto da Galati 5: 22 “I frutti dello Spirito sono: amore, gioia, pace”.

lunedì 20 aprile 2015

Un vento che porta da Venezia a Trieste

Ieri pomeriggio si è aperto il nuovo ciclo del cineforum che viene tenuto annualmente presso i locali della Chiesa Metodista di Trieste. Condivido qui di seguito l'introduzione al primo film di quest'anno “Si alza il vento”, di Hayao Miyazaki, ricordandovi che, se foste interessati/e, le prossime 4 proiezioni si terranno ogni domenica alle 17:30 in Scala dei Giganti 1. Buona lettura e... buona visione!

“Da Venezia a Trieste”: il titolo del tema del cineforum organizzato quest’anno dalle chiese elvetica, metodista e valdese di Trieste, con il patrocinio dal Centro studi evangelico Albert Schweitzer, può sembrare un po’ criptico. L’idea originale del gruppo organizzatore nasce con l’intento di valorizzare e far conoscere il premio recentemente introdotto alla Mostra internazionale d'Arte cinematografica di Venezia, assegnato da una giuria nominata da Interfilm. Questa è un’organizzazione internazionale che raggruppa numerose associazioni protestanti Europee, il cui intento è quello di promuovere, attraverso il cinema, il dialogo interreligioso e il confronto tra culture diverse. La presenza, a poche decine di kilometri da Trieste, di uno dei festival del cinema più importanti al mondo, ci ha inoltre dato l’opportunità di valutare moltissime opere: abbiamo dunque scelto quelle che vi andremo a proporre in queste settimane uscendo dall’idea di un tema guida - presente invece nelle passate edizioni - ma affiancando a due film effettivamente premiati dalla giuria Interfilm altri tre che presentano, secondo noi, interessanti argomenti di riflessione.

giovedì 16 aprile 2015

Nuova partenza e nuove idee per le adesioni alla FGEI

Condivido qui di seguito un mio articolo apparso sull'ultimo numero del Notiziariofgei (scaricabile gratuitamente QUI, grazie al link messo gentilmente a disposizione dalla rivista Riforma), nel quale parlo delle nuove modalità di iscrizione alla Federazione Giovanile Evangelica in Italia. Una proposta di cambiamento molto importante che coinvolge tutti e tutte coloro che si sentono chiamati/e a contribuire a questo grande e decennale progetto. Buona lettura!

Adesioni FGEI: si riparte!

Iscrizione, responsabilità, friends: queste sono tre parole chiave con le quali apriamo la campagna di adesione alla FGEI del 2015. Un campagna che ha introdotto molte novità rispetto al passato. La prima: per iscriversi è sufficiente decidere, come singoli/e o gruppo, di far parte della nostra rete e del nostro progetto, compilando il modulo di iscrizione reperibile su www.fgei.org oppure durante campi ed eventi. La seconda novità riguarda l’assunzione volontaria di responsabilità: far parte della FGEI significa non solo partecipare e condividerne i valori, ma anche prendersene cura; ciò avverrà attraverso il contributo - non solo economico - che ciascuno e ciascuna di noi sarà disposto a dare, attraverso idee, presenza e assunzione di impegni locali o nazionali, e naturalmente esercitando il diritto di voto al Congresso. La decisione di diventare iscritti/e responsabili può essere presa in qualsiasi momento dell’anno semplicemente versando un contributo libero a partire da 10 €.

domenica 29 marzo 2015

L'inverno è passato

Di ritorno da un weekend fitto di appuntamenti, tra Milano e Verona, condivido qui di seguito la breve meditazione che ha introdotto la riunione della redazione web della FGEI che si è svolta ieri, sabato 27 marzo.

Ecco la voce del mio amico! Eccolo che viene, saltando per i monti, balzando per i colli. L'amico mio è simile a una gazzella, o a un cerbiatto. Eccolo, egli sta dietro il nostro muro e guarda per la finestra, lancia occhiate attraverso le persiane. Il mio amico parla e mi dice: «Alzati, amica mia, mia bella, e vieni, poiché, ecco, l'inverno è passato, il tempo delle piogge è finito, se n'è andato; i fiori spuntano sulla terra, il tempo del canto è giunto, e la voce della tortora si fa udire nella nostra campagna. Il fico ha messo i suoi frutti, le viti fiorite esalano il loro profumo. Alzati, amica mia, mia bella, e vieni»”. (Cantico 2: 8-13).

Care e cari,

probabilmente vi sembrerà un po’ bizzarra la scelta da parte mia di questi versetti tratti dal Cantico dei Cantici per introdurre la riunione della redazione web. Una riunione che cade a più di un anno dalla precedente e nella quale abbiamo la gioia di accogliere nuove “forze”, certamente pronte e cariche di energia, così come - probabilmente - di emozioni. Avrei potuto pensare ad un passo biblico che sottolineasse l’importanza del lavoro comune per il servizio al quale siamo stati chiamati/e: in grado di regalare coraggio a chi ci si cimenta per la prima volta in un compito che non conosce e che al contempo doni energie nuove per chi è forse affaticato dai tanti impegni che sta portando avanti per la FGEI e non solo.